É arrivato l’inverno in ufficio

#giovanardifarmaceutici Giovanardi Farmaceutici Vita in azienda

Come tutti i genovesi, anche la Giovanardi Farmaceutici è stata presa alla sprovvista dal cambio repentino delle temperature: praticamente siamo passati dalla t-shirt al maglioncino di lana in meno di una settimana!

Cercando di non finire nel classico cliché, ci viene da dire “Certo che non ci sono proprio più le mezze stagioni!”: ok, forse ci siamo finiti, però bisogna ammettere che è vero!

Era ieri che stavamo comodamente spaparanzati in spiaggia a prenderci il sole graziati da un settembre caldo e soleggiato, quando improvvisamente si sono abbassate le temperature e sono arrivate quelle giornate dove tira quel simpatico vento genovese che ti scompiglia i capelli e si infila in ogni fessura dei vestiti fino a penetrarti direttamente nelle ossa: unico modo per riscaldarsi è rintanarsi sotto le coperte. Possiamo quindi dire addio alle giacche per la mezza stagione, ai maglioncini e alle scarpe chiuse ma leggere, per dare il benvenuto ai piumini, ai maglioni di lana e ai doposci per i più freddolosi. Penserete che siamo esagerati ma pensate a tutti quei poveri lavoratori d’ufficio che stanno fermi a una scrivania per 8 ore al giorno: 8 ore sono tante!!! Se poi ci si mettono anche le calderine che non funzionano allora siamo fritti.

Indovinate cosa è successo alla Giovanardi Farmaceutici? Il riscaldamento ha deciso di non partire! Perché? Non si sa!

Così, nell’attesa che arrivasse il tecnico a soccorrerci, in ufficio si è creato un fenomeno degno di essere studiato da antropologi ed esperti nella moda. Da una parte c’era chi indossava un semplice maglioncino o addirittura un gilet in pile smanicato. Dall’altra parte c’era invece chi improvvisamente è diventato un eschimese sommerso da strati di vestiti a non finire: canotta, maglia, maglione, poncho, sciarpa e se avesse potuto anche i guanti! No, non stiamo esagerando, né con il freddo né con gli strati di vestiti.

Fortunatamente, il nostro tecnico-eroe è arrivato nel giro di pochi giorni e siamo stati salvati dalle stalattiti di ghiaccio che incominciavano a formarsi. Finalmente, quindi, l’ufficio è tornato ad avere una temperatura ragionevole, anche se probabilmente qualcuno continuerà a dire “Che freddo!”


Condividi questo post

Lascia un commento